Cardiologo Dott. Scaccianoce Giuseppe. Riceve a Catania in Via Leopardi 91. 095 8364154

Il medico offre ai suoi pazienti, prestazioni, terapie, esami diagnostici e interventi all'avanguardia, in grado di garantire una migliore efficacia nel trattamento di problemi e patologie cardiovascolari.

Valutazione dei Fattori di Rischio e Prevenzione delle Malattie Cardiovascolare

Valutazione dello Stress Ossidativo
Gestione del Paziente post-infartuato
Gestione del Paziente con Scompenso Cardiaco
Centro Anti-Fumo

Diagnostica:
ElettroCardiogramma
EcoCardioGramma M-mode/2d e ColorDoppler
Ecocolordoppler Vascolare
Test Ergometrico (Prova da Sforzo al Cicloergometro)
Ecg Dinamico di Holter a 12 derivazioni
Monitoraggio Pressione Arteriosa 24 ore (MAPA)
Scintigrafia miocardica (presso Istituto di Medicina Nucleare)

MALATTIE CARDIOVASCOLARI

L'elettrocardiogramma, nonostante come luogo comune, tra i non addetti ai lavori, sia tenuto in scarsa considerazione, è alla base di una valutazione cardiologica.

Consiste nel registrare i potenziali elettrici derivanti dall'attività cardiaca.

L'interpretazione dell'ElettroCardioGramma (ECG) consente di avere importanti informazioni relative alla genesi del ritmo cardiaco, alla eventuale presenza di anomalie del ritmo stesso e/o della conduzione elettrica del cuore, e indirettamente informazioni relative alle alterazioni morfologiche del cuore (dilatazione delle camere cardiache, atri e/o ventricoli, segni di ischemia o pregresso Infarto, etc..).

  • Cardiopatia ischemica/infarto
  • Aritmie cardiache e turbe della conduzione elettrica
  • Valvulopatie
  • Scompenso cardiaco
  • Cardiopatie congenite
  • Malattie rare con compromissione del sistema cardiovascolare

Giuseppe Scaccianoce, Medico Chirurgo, Specializzato in Cardiologia, con esperienza ultraventennale, perfezionato in Ecocardiografia e in Cardiologia Nucleare, si occupa principalmente di Prevenzione e Valutazione del Rischio Cardiovascolare Globale integrando in maniera diretta la propria attività con altri specialisti quali Endocrinologo/Diabetologo, Nefrologo, Pneumologo, Nutrizionista, Psicologo.
SCACCIANOCE DR. GIUSEPPE CARDIOLOGO - Catania - Tel: 095 8364154

Iscritto alla Facoltà di Medicina e Chirurgia presso l’Università di Catania nell’Anno Accademico 1981/82. Durante il corso di Laurea ha frequentato, come allievo interno, l’istituto di Patologia Medica Speciale della stessa Università, diretto dal Prof.M.Gaglio, dal Settembre 1984 al Luglio 1985.

Si è Laureato in Medicina e Chirurgia il 10 Luglio 1987, presso la Stessa Università con voti 110/110 e Lode, con proposta “premio  Barbagallo” e dignità di Stampa per la tesi di Laurea: “Applicazione di sistemi informativi alla Cardiologia: gestione Automatizzata di un Centro per l’Ipertensione e la Prevenzione delle Malattie Cardiovascolari”;

- Nel Dicembre del 1987 si è abilitato all’esercizio della Professione Medico-Chirurgica;

- Dal 25 Febbraio 1988 è iscritto all’Albo dell’Ordine dei Medici della Provincia di Catania (n.iscr.: CT 9020);

- Dal Maggio 1988 all’Agosto 1989 ha prestato Servizio Militare nell’Esercito Italiano come Ufficiale Medico di Complemento in forza all’11º BTG Fanteria Casale dove è stato eletto membro della Rappresentanza Militare nel Comitato di Base  (COBAR) e successivamente, nel Comitato Intermedio (COIR) della Regione Militare Nord-Ovest;

- Nell’Anno Accademico 1988/1989 è stato ammesso alla Scuola di Specializzazione in Cardiologia, della Facoltà di Medicina e Chirurgia dell’Università di Catania e il 5 Novembre del 1992 ha conseguito il relativo Diploma;

- Ha frequentato dal Settembre 1987 al Maggio 1988, come Medico Volontario, il Pronto Soccorso del P.O. “Garibaldi” di Catania;

- Ha frequentato, dal Settembre 1984, al Maggio 1988 e dal Settembre 1989 all’Ottobre 1994 il “Servizio di Cardiologia e Centro per Ipertensione e la Prevenzione delle Malattie Cardiovascolari” del POU “S.Currò e S.Luigi Gonzaga” della USL 34 di Catania, diretto dal Dr.Antonio Circo, dapprima come studente, quindi come Medico Interno Volontario occupandosi di Ergometria, Ecocardiografia, Ecg dinamico, Informatica applicata alla Cardiologia oltre che di attività Clinico-Cardiologica presso il Centro per l’Ipertensione;

- Ha frequentato diversi corsi di Informatica e di informatica applicata alla Medicina che gli hanno consentito di realizzare diversi applicativi per la gestione dei dati in particolare in Cardiologia, nonché dei sistemi di supporto per l’elaborazione dei dati biomedici ed in particolare ecocardiografici.

- Ha frequentato, dal Maggio ‘90 al Maggio ‘91 il Servizio di Anestesia, Rianimazione e Terapia Antalgica del POU “S.Currò e S.Luigi Gonzaga” della USL 34 di Catania,  prendendo parte alle sedute operatorie, all’attività ambulatoriale di Anestesia e terapia antalgica e agli interventi di terapia antalgica con particolare interesse all’applicazione di Elettrostimolatore epidurale spinale nei pazienti con cardiopatia ischemica

- Ha svolto, dal Febbraio 1989 al Maggio 1994, attività di ricerca e sviluppo di protocolli clinico-farmacologici come costituente del “Gruppo di ricerche e consulenze per l’Ipertensione e le Malattie Cardiovascolari del Dr.A.Circo e C.

- Ha partecipato come Docente e Conduttore di Gruppi, al Progetto finalizzato dell’Assessorato alla Sanità della Regione Sicilia con DA nº 89168 del 22.12.1990: “Rieducazione del Paziente con Infarto Miocardico”;

- Il 6 Agosto del 1991 gi è stato conferito l’Incarico a tempo definito di Ricerca Sanitaria Finalizzata, nell’Ambito del Progetto nº 2/640/M; “Campagna di prevenzione, nelle scuole elementari, medie e medie superiori, delle malattie cardiovascolari con particolare riferimento all’ipertensione arteriosa”;

- Dal Gennaio 1993 a tutt’oggi  consulente Cardiologo, presso il Centro accreditato di Medicina Nucleare “REM”  diretto dal Dr.Luigi Castorina, dove si occupa di Cardiologia Nucleare;

- 1994-1998 consulente Cardiologo a Catania, presso l’Ambulatorio di emodialisi “Flaminia” – Catania dove ha maturato una importante esperienza relativa alle problematiche cardiologiche nei Pazienti nefropatici.

- tra il '94  e il '98 ha lavorato, con la qualifica di dirigente di I livello, presso l'Unità di Terapia Intensiva Coronarica del P.O. V.Emanuele di Catania, presso la Cardiologia del P.O. di Acireale, presso l'UTIC dell'Azienda Ospedaliera di Rilievo Nazionale e di Alta Specializzazione “Garibaldi” di  Catania, presso l'UTIC del P.O. "Muscatello" di Augusta.

- Dall'Ottobre 1998 all'Ottobre 2011 ha esercitato, con il ruolo di primario, presso la Cardiologia del CCD "G.B. Morgagni"  di Catania, dove ha sviluppato un polo di assistenza territoriale cardiologica di elevato livello professionale basato sulla competenza e sull'ampia disponibilità nei confronti dei pazienti, eseguendo in maniera diretta oltre 40.000 prestazioni ambulatoriali e di diagnostica di I Livello (ecografia, ecocardiografia colordoppler, ergometria, etc.). 

- In atto svolge attività libero professionale presso il proprio studio, adottando tutte le tecnologie più moderne integrate con un'elevata capacità di interpretazione dei dati strumentali, occupandosi di Prevenzione e  Valutazione del Rischio Cardiovascolare Globale.  Esegue tutta la diagnostica cardiovascolare di primo livello: elettrocardiografia, ecocardiografia, ecocolordoppler vascolare, ergometria (monitoraggio clinico-ecgrafico con test da sforzo al cicloergometro), Ecg dinamico di Holter, Monitoraggio della pressione arteriosa nelle 24 ore, Tomoscintigrafia miocardica perfusionale basale e dopo stimolo.

- Ha prodotto numerose Pubblicazioni Scientifiche edite a stampa

- Ha partecipato come relatore e/o moderatore a diversi convegni scientifici Locali, Nazionali e Internazionali

- Svolge parte attiva nel contesto dell’Associazione Nazionale della Cardiologia del Territorio   ANCE   (in atto Segretario Provinciale per il distretto di Catania)

Il Dr Giuseppe Scaccianoce, Cardiologo a Catania, oltre ad una prestigiosa formazione accademica, ha conseguito dei diplomi di perfezionamento in Ecocardiografia e in Cardiologia Nucleare.

Ha sviluppato diverse aree di interesse  (prevenzione per le malattie cardiovascolari,  cardiopatia ischemica,  scompenso cardiaco, cardiologia nucleare, ipertensione polmonare, aritmologia) sia con la, ormai ultraventennale, esperienza diretta e sia con la frequenza a numerosissimi corsi di formazione e stage presso prestigiose strutture a livello internazionale, tra questi:

- 1990,  Stage formativo presso il laboratorio di emodinamica diretto dal Prof.F.W.Amann Universitatspital Zurigo;

- Gennaio-Febbraio 2000,  Stage formativo presso la Unità di terapia intensiva Coronarica del Cornell UniversityMedical College di New York;

- Ottobre del 2000,  Stage formativo presso l’ ”Alton Ochsner  Heart & Vascular Institute” di  New Orleans

Questa preparazione gli consente di svolgere un affidabile ruolo diagnostico continuamente perfezionato secondo i criteri più avanzati.

STRESS OSSIDATIVO

Stress Ossidativo e Prevenzione Cardiovascolare

Nuovi sistemi di valutazione dello stress ossidativo
Le malattie cardiovascolari sono causa più frequente di mortalità globale. La cardiopatia ischemica da sola è a sua volta responsabile del 35% dei decessi dovuti a malattie cardiovascolari. Si stima che la mortalità in Italia per angina, infarto e morte improvvisa sia 70.000/80.000 casi/anno.
La disfunzione endoteliale risulta il primum movens del processo aterosclerotico che viene oggi considerato un processo infiammatorio cronico. I fattori di rischio agiscono appunto causando una disfunzione endoteliale (rivestimento interno dei vasi sanguigni).

Lo stress ossidativo sta alla base di questo processo (Ossidazione delle LDL) ed è la condizione che si determina quando viene rotto l’equilibro a favore dell’azione degli agenti ossidanti rispetto alle capacità di difesa degli agenti antiossidanti. In considerazione di questa relazione si intuisce come sia di iportanza fondamentale regolare nel nostro organismo il cosiddetto stato ossidativo. Questo può essere attuato con una corretta alimentazione ricca di antiossidanti (Vitamine, Coenzima Q10, Omega 3, etc).

Ma se normalmente il Medico adegua il dosaggio degli Ipoglicemizzanti Orali (e/o dell’Insulina) in base ai valori di Glicemia nel diabete o corregge il dosaggio delle Statine in base ai valori ematici di Colesterolo, spesso si ricorre ad una dietoterapia antiossidante in maniera empirica, senza conoscere l’effettivo stato di stress ossidativo del proprio organismo e senza tanto meno immaginare quale possa essere il target utile da raggiungere per incidere efficacemente nei processi che comportano la genesi delle placche ateromasiche. Non ha molto senso assumere Antiossidanti senza conoscere il “valore” dello Stress Ossidativo. Una alimentazione ricca di antiossidanti deve essere opportunamente modulata.  È anche dimostrato che un abuso di antiossidanti può danneggiare l’organismo in maniera diretta e/o indiretta (componenti alimentari che veicolano gli antiossidanti).

Ciò avviene perché al contrario dei fattori di rischio, identificabili con un corretto esame clinico ed una serie di indagini ormai ben codificate, lo Stress Ossidativo è molto più subdolo: non dà luogo a dei sintomi caratteristici, né ad un quadro clinico particolare; non fornisce alcun elemento tale da suggerire al Medico un approfondimento diagnostico. Inoltre, l’analisi diretta delle ROS/RNS* è sempre stata considerata estremamente difficile a causa della loro elevata reattività e brevissima emivita. 

Di recente, però, sono state messe a punto delle tecniche che in maniera semplice e rapida consentono di stimare lo Stress Ossidativo di un individuo. Il Free Radical Analytical System è un apparecchio progettato per consentire la valutazione globale dello stress ossidativo attraverso l'esecuzione di due semplici test, il d-ROMS-Test ed il BAP-Test, su un piccolo campione di sangue, ottenuto mediante puntura di un polpastrello.

Il d-ROMs-Test permette di determinare la concentrazione ematica dei derivati reattivi dell'ossigeno e, in particolare, degli idroperossidi (marcatori ed amplificatori del danno cellulare da Radicali Liberi). I risultati del test sono espressi in unità convenzionali di facile uso nella pratica clinica, denominate U CARR (dal nome del chimico, Mauro Carratelli, inventore del test). I valori normali oscillano fra 250 e 300 U CARR. Valori più elevati identificano uno stato di Stress Ossidativo.

Il BAP-Test consente di determinare l'efficienza della barriera antiossidante plasmatica (l'insieme delle proteine, vitamine e altre sostanze in grado di contrastare la reattività delle ROS/RNS*). Il valore ottimale del test è 2200 µmoli/L. Valori inferiori indicano una ridotta efficienza della Barriera Antiossidante Plasmatica. Grazie a questi due semplici test è possibile porre una diagnosi di Stress Ossidativo estremamente precisa ed affidabile, stabilendo in pochi minuti se lo SO è dovuto ad un aumentata produzione e/o ad una ridotta capacità di eliminazione dei Radicali Liberi. In questo modo anche il monitoraggio della terapia antiossidante può poggiarsi su basi più solide e uscire dalla fase empirica in cui spesso viene a trovarsi, permettendo di valutare e ottimizzare una specifica integrazione alimentare di anti-ossidanti.

Cardiologo
Dott. Scaccianoce Giuseppe

INFORMAZIONI - CONTATTI
SCACCIANOCE DR. GIUSEPPE CARDIOLOGO
Via Leopardi 91 - 95127 - Catania (CT)
Telefono: 095 8364154